Urban Digital Art

fuorisalone-'design-contro-design'

Andrea di Carpegna Varini

Urban Digital Art

12 – 17 Aprile, 2016

SPAZIO ATENE

Via Privata Atene, 7 – Milano

 

 

 

Urban Digital Art

Andrea di Carpegna Varini, in concomitanza con la settimana del Fuori Salone del mobile 2016, fa sue le tematiche innovative peculiari della fiera dell’abitare e del design, ma allo stesso tempo le declina in modo personale e le supera creando nuove modalità di rappresentazione della vita urbana.

L’artista, utilizzando un linguaggio multiforme basato su fotografia, ritocco digitale e manuale, fumetto e arte steampunk, si diverte, nelle sue illustrazioni, a dar vita a personaggi che nascono dal riciclo e dalla trasformazione degli oggetti più svariati trovati nelle vie delle città. Le immagini con irriverente ironia stimolano emozioni, suggestioni e curiosità nell’osservatore che è chiamato a leggere e interpretare l’opera secondo canoni non convenzionali, proprio come accade nei fumetti.

 

 

Andrea di Carpegna Varini inizia la sua pratica artistica da ragazzo ricopiando le copertine dei dischi dei gruppi Heavy Metal e Rock dei quali è appassionato. A 14 anni disegna fumetti e illustrazioni. Successivamente intraprende gli studi di Grafica Pubblicitaria presso l’Istituto Statale d’Arte Applicata di Monza. Andrea esplora anche il mondo dell’animazione alla Scuola civica di Cinema di Milano, praticando esperienze come scenografo per cartoni animati e si diploma nel 2000 al Corso Biennale del Fumetto presso l’Accademia dello Spettacolo di Milano. Dopo un breve periodo di lavoro presso uno studio di produzione audio video, riprende il suo percorso grafico abbinandolo alla pittura. Nel 2014 entra a far parte del collettivo Ponte degli Artisti, associazione con la quale creare eventi, mostre e altro. Grande viaggiatore (Argentina, Cina, Stati Uniti, Bali), Andrea assorbe gli stimoli delle varie culture e li trasfonde nelle sue opere. Nel maggio 2014 apre uno spazio espositivo nonché laboratorio creativo in via Atene 7 a Milano, una traversa di via Padova. Nella sua fucina Andrea a tutt’oggi crea le sue opere e presenta mostre individuali proprie o di artisti emergenti e collettive unendo all’arte aspetti sociali e culturali. Usa acquarelli, pastelli a cera, pennino, aerografo, animazione a mano, matite colorate, pennarelli, inchiostri vari, tempera, acrilici, penna, ecolin, su tutte le superfici, dai caschi ai tessuti, dai muri alle tele. Parla inglese e spagnolo.

I suoi lavori sono stati esposti al 7° Salone del Fumetto presso la Fiera di Milano (2003), allo spazio Superstudio Più (2014), allo Spazio WOW Fumetto (2014), allo Spazio Seicento (2014), alla XL Combines (2014), alle Officine Ansaldo (2014), alla galleria di Corso Buenos Aires (2015), all’Italian Maker Village di Milano (2015), al Komikazen festival di Ravenna (2014), al museo di Recife in Brasile.

Add Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *